• Controllo utente in corso...
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come utilizzare la tecnica del cracklè classic

come-utilizzare-la-tecnica-del-crackle-classic

Con questa guida vi spiego la tecnica e tutti i vari passaggi che si utilizzano per decorare delle superfici con la tecnica del cracklè, una tecnica che serve per anticare l'oggetto, poichè crea delle crepe sulla superficie così da farlo sembrare usurato dal tempo.

Scopri come fare
Difficoltà
  1. La tecnica del cracklè è utilizzata per anticare dipinti, cornici, mobili, ecc. Tramite questa tecnica si vanno a formare delle crepe sulla superficie così da far sembrare l'oggetto più vecchio. Esistono vari tipi di cracklè per ottenere crepe più o meno evidenti, ma io oggi voglio illustrarti la tecnica del cracklè classic per mezzo del quale si andranno a creare delle crepe molto evidenti.

  2. Inizia con lo stendere il primo colore acrilico da te scelto sulla superficie con un pennello piatto ed asciutto. Quando senti che la superficie è asciutta al tocco ma non si è ancora seccata stendi, sempre con un pennello piatto, la vernice protettiva lucida in quantità abbondante. Dopo circa 30 minuti il prodotto dovrebbe essere completamente asciutto e a questo punto inizierai a stendere il secondo colore da te scelto con un pennello piatto e in modo uniforme.

  3. Quando anche il secondo colore è asciutto comincia a ricoprire la superficie con un abbondante strato di vernice protettiva opaca, utilizzando un pennello piatto e perfettamente asciutto. Dopo circa un'ora il secondo colore comincerà a formare delle crepe scoprendo il primo colore. Le crepe varieranno la loro larghezza a seconda dello spessore della seconda vernice. Puoi completare il tutto con una lacca anticante per aumentare ancora di più l'effetto invecchiato e dandogli una tonalità giallina.

Consigli utili

  • Poichè il secondo colore formando le crepe scoprirà il primo colore vi consiglio di usare delle tonalità che creino un minimo di contrasto in modo da evidenziare le crepe, per esempio un primo colore marrone e un secondo colore beige.

Approfondimento

Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo

di Aika 18 febbraio 2011
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Come utilizzare la tecnica del cracklè classic...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Non ci sono articoli correlati per questo articolo