• Controllo utente in corso...
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come Coltivare Il Giglio Di Sant'Antonio

come-coltivare-il-giglio-di-sant-antonio

In questa guida vi spiegherò come coltivare il giglio di Sant'Antonio. Si tratta di una specie rustica, molto comune; il fusto coperto di brattee, raggiunge1,5-1,8 m di altezza e ha fiori imbutiformi, profumati, lunghi 8-9 cm, di colore rosso con antere bianche o dorate; la fioritura avviene in giugno e luglio.

Scopri come fare
Difficoltà
  1. Il giglio di Sant'Antonio è una pianta di origine asiatica, in particolare dell'Asia occidentale.
    Questa pianta predilige un' esposizione preferibilmente soleggiata, mentre per quanto riguarda la temperatura, possiamo dire che questo tipo di giglio oltre a tollerare il caldo tollera bene anche il freddo.

  2. Ora parliamo della riproduzione di questo giglio, la semina è difficoltosa, in genere si procede per talea di squame: si staccano dal bulbo alcune squame esterne, intere, durante il periodo di riposo e si stratificano in 10 cm di sabbia, in cantina; nel punto di distacco delle squame dal bulbo madre si formano piccoli bulbi rossi da trapiantare. I bulbi si piantano in ottobre a 25 cm l'uno dall'altro e alla profondità di 5 cm. Quando hanno attecchito e bene lasciateli a dimora.

  3. Per quanto riguarda il terreno da utilizzare possiamo dire che della terra da giardino sciolta e un po' sabbiosa va più che bene. Mentre per il fertilizzante, sono ideali i fertilizzanti minerali fosfopotassici. Inoltre le innaffiature devono essere regolari per mantenere sempre umido il terreno, ma non inzuppato: gli eccessi di umidità favoriscono le malattie dai funghi.

  4. In quest'ultimo passo vi parlerò delle malattie e dei parassiti che colpiscono il giglio di Sant'Antonio.
    Questa pianta è molto sensibile alla muffa grigia; inoltre gli afidi si insediano nei bulbi durante la conservazione e attaccano le piante giovani. Il marciume radicale e quello dei bulbi sono causati da funghi e si manifestano su piante coltivate in terreni troppo umidi e argillosi.

Consigli utili

  • Per la coltivazione in vaso, si consiglia di disporre tre bulbi in un vaso da 25 cm; si tengono in ambiente fresco, areato e buio finchè non spuntano i germogli, dopodiché si trasferiscono all'aperto.

Approfondimento

Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo

di Trapanino 11 ottobre 2010
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Come Coltivare Il Giglio Di Sant'Antonio...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori
Non ci sono articoli correlati per questo articolo